Mediazione culturale

2005-2007 Organizzare la mediazione culturale

Tra il 1999 e il 2005 il Comune di Verona, anche avvalendosi della collaborazione dell’Università degli Studi di Verona, ha dato corpo e sviluppo a contesti di mediazione culturale – in particolar modo nella Scuola – valorizzando la figura del MC e apportando un elemento di qualità attraverso la sua formazione. Nel 2005, alla luce del percorso svolto, e nella prospettiva di rendere più stabile l’offerta di mediazione alle scuole e al territorio, promuove un percorso formativo per mediatori linguistico culturali con l’obiettivo di offrire ai/alle MC strumenti organizzativi per co-progettare e co-gestire progetti con il Comune in forma collettiva e non più individuale.
Studio Guglielma ha svolto la progettazione del percorso, ha coordinato il percorso formativo e svolto diverse docenze.

2003-2004 Master in mediazione culturale

Master universitario di I livello ideato, co-progettato e gestito da Studio Guglielma per l’Università di Verona (Fondo Sociale Europeo 2000) – promosso dal Dipartimento di Scienze dell’educazione dell’Università di Verona per iniziativa del prof. Gabriel Maria Sala, nasce sulla base di una domanda di formazione emergente da diversi contesti professionali. La mediazione culturale concerne tutti i campi del sociale che si occupano d’interazioni e di relazioni, individuali o di gruppo, tra persone di culture differenti. La mediazione culturale, svolta in contesti diversi, mira ad un’azione in grado di produrre parola, pensiero, conoscenza ed apprendimento, quindi azioni in grado di stabilire, là dove c’è diversità culturale, pratiche operative nell’area del lavoro, della giustizia, del sociale, dell’educazione e della cura nei paesi europei, della cooperazione e dello sviluppo nei paesi in cui l’Europa effettua interventi economici, sociali, sanitari o educativi. Il Master si propone di offrire una formazione per coloro che già operano o aspirano a lavorare come operatori/trici e professionisti/e che devono interagire con persone, famiglie e gruppi di culture differenti. Il Master si distingue per essere particolarmente in dialogo con il territorio i suoi servizi sociali e sanitari, la scuola (enti pubblici, privato sociale), offrendosi come riferimento formativo qualificato nella preparazione dei mediatori culturali e degli operatori.