Ricerca e progettazione sociale

La nostra cooperativa dal suo inizio intreccia i saperi e le metodologie della ricerca sociale, soprattutto qualitativa, con le posizioni e gli orientamenti della progettazione sociale. I differenti sguardi e competenze degli ambiti dell’indagine e dell’analisi dei fenomeni da un lato e del progettare dall’altro, risultano un potenziamento per entrambi. La ricerca si apre alle prospettive dell’azione e la progettazione sociale si fa ispirare dalle dimensioni complesse dei problemi via via affrontati.

Negli anni ci siamo occupate di:
– progettazione di servizi, in particolare rivolti a donne, per diverse istituzioni (Comuni, Università, privato sociale);
– ricerca-intervento e formazione-intervento con gruppi di lavoro di organizzazioni pubbliche e private;
– creazione di reti e legami di prossimità con metodologie partecipate;
– progettazione sociale partecipata nei contesti urbani con attenzione specifica al disagio abitativo.

2014-2015 “QUIDonna. Info rete donna Verona. Scambi in rete sul territorio”

2012-2013 “C.L.A.R.A. – un territorio in rete contro la violenza”
Progetto di implementazione e consolidamento della rete dei servizi antiviolenza sul territorio provinciale di Verona, capofila Comune di Verona, finanziato dal Ministero delle Pari Opportunità (co-progettazione, coordinamento).

2010-marzo2011 “Verona libera dalla violenza contro le donne”
Progetto di ricerca intervento e formazione del Comune di Verona, finanziato dal Ministero delle Pari Opportunità (co-progettazione, coordinamento).

2010 “Bisogni e risorse delle imprenditrici. Fare rete per il mutuo aiuto”
Percorso con il Comitato per l’Imprenditoria femminile della CCIAA di Treviso (accompagnamento alla progettazione).

2006 “Voucher di cura”
Servizio rivolto a donne in temporaneo stato di difficoltà del Comune di Verona (co-progettazione) – è stato segnalato nel 2006 come uno dei 100 progetti più innovativi, settore Pari Opportunità, a livello nazionale nell’ambito delle attività delle pubbliche amministrazioni.

2005 “Sportello Donna – un luogo in comune”
servizio di sostegno del Comune di Verona (progettazione e accompagnamento all’avvio).

2004-2005 “Petra Centro antiviolenza”
Servizio di sostegno per donne maltrattate del Comune di Verona (co-progettazione e accompagnamento all’avvio).

2002-(2008) “Soggetti e saperi nella mediazione educativa sociale. Autoattivazione delle comunità locali”
Progetto di Cooperazione decentrata allo sviluppo tra Italia e Brasile – Azione diretta della Regione Veneto.
Partner: Università di Verona – Italia- e Università Federal do Piauí – Brasile – (enti capofila); Comune di Verona, Ulss 22; Iciss; Associazione Tupinambà; Studio Guglielma.
Studio Guglielma ha contribuito all’ideazione del progetto e alla sua realizzazione portando competenze legate alla progettazione sociale, all’autoimprenditorialità femminile e ai processi di autoattivazione.
Ha partecipato a tre missioni a Teresina (maggio 2002 per l’ideazione del progetto; gennaio 2006 per uno scambio di pratiche; dicembre 2006 per la valutazione in itinere e la riprogettazione delle azioni).

2005-(2008) “Servizio Integrato di Mediazione Culturale”
Grazie all’esperienza maturata con il Master di I livello in Mediazione Culturale (vedi formazione) promosso dall’Università di Verona, con il percorso formativo Organizzare la Mediazione Culturale promosso dal Comune di Verona, e grazie alla forte collaborazione tra Studio Guglielma e Azalea cooperativa sociale che si sono costituiti in Associazione Temporanea d’Impresa è stato avviato un Servizio che offre consulenze, interventi, progettazioni per contesti sociali, scolastici e di lavoro alle prese con le trasformazioni e i problemi connessi alla crescente presenza di migranti nel nostro territorio.
Il Servizio, si rivolge a imprese, enti, pubbliche amministrazioni del territorio e ha una convenzione con il Comune di Verona per la gestione dell’offerta di Interventi di Mediazione Linguistico Culturale in ambito scolastico.

Progetti in convenzione:

La lingua come strumento di scambio, socializzazione e integrazione fra culture diverse. Moduli di prima alfabetizzazione e interventi di mediazione linguistico-culturale. Collaborazione tra scuole, ente locale e privato sociale, promosso dal Comune di Verona Area Servizi Sociali ed Educativi e Cultura delle Differenze e Pari Opportunità con finanziamento della Fondazione Cariverona e in partenariato con tante tinte in rete, Cestim (Centro Studi e Immigrazione), Azalea cooperativa sociale, Studio Guglielma.
Cantieri di Integrazione. Programma di integrazione sociale e scolastica, promosso dal Comune di Verona Area Servizi Sociali ed Educativi e Cultura delle Differenze e Pari Opportunità con finanziamento della Regione Veneto e in partenariato con tante tinte in rete, Cestim, Azalea cooperativa sociale, Studio Guglielma.

Studio Guglielma cura il monitoraggio e la progettazione in itinere del Servizio, partecipa alle attività di coordinamento e progetta la formazione degli Mediatori Linguistico Culturali, promuove le attività del servizio sul territorio.

Il Servizio è attivo dal 2005.
Il progetto La lingua come strumento di scambio ha durata biennale e terminerà nel 2008.
Il progetto Cantieri di integrazione ha durata annuale ed è in attesa di rinnovo.

2001-2002 “Il presente della memoria”
Studio Guglielma ha curato per il Centro Donna del Comune di Venezia un percorso partecipato con le operatrici, finalizzato alla riorganizzazione di parte dei servizi della Biblioteca del Centro e al potenziamento dei servizi culturali. Ha inoltre partecipato all’ideazione ed elaborazione del Bando per borsa di studio per il Centro Donna del Comune di Venezia “Generazioni di donne in rete”.

2004-2007 “SIRIO. VERSO STRADE NUOVE – Abuso e sfruttamento sessuale: interventi a tutela e promozione della persona”
Progetto del Comune di Verona – Ass.to Servizi Sociali e Ass.to Politiche dell’immigrazione e Cultura delle differenze, finanziato dal Programma Regione Veneto LR 41//97
Partner: Comune di Verona (capofila); Azienda Ulss20, Verona; Comunità dei Giovani, Verona; Comunità Papa Giovanni XXIII, Verona; Studio Guglielma ricerca e creazione sociale, Verona; Caritas, Verona; Progetto La ragazza di Benin city, Verona; Azalea Cooperativa sociale, Verona; Questura di Verona; Comando Provinciale dei Carabinieri di Verona; Guardia di Finanza di Verona.
Studio Guglielma è tuttora partner, con varie tipologie di azioni-intervento, nel Progetto Sirio e ha curato nel 2005 la ricerca-azione A partire dal territorio: prostitute, abitanti e istituzioni.

2004 “capitale sociale e reti associative”
Progetto Cofim dell’Università di Verona – Dipartimento di Scienze dell’educazione – Facoltà di Scienze della Formazione.
Studio Guglielma ha curato la raccolta dei dati tra i soci delle realtà associative del territorio di Verona necessari a una parte della ricerca.

2003 “La mappa non è il territorio. Risorse plurali in Veronetta”
Ricerca commissionata dal Comune di Verona – Ass.to Cultura delle differenze
Studio Guglielma ha curato la ricerca con la metodologia della ricerca-azione, dando valore e parola agli abitanti e ai soggetti locali come portatori primi di sapere sul proprio territorio. La ricerca non si è solo concentrata, quindi, sui bisogni del quartiere, ma soprattutto sulle risorse che il territorio esprime (istituzioni, abitanti e realtà locali) per attivare e prendersi cura del bene comune. La ricerca ha portato all’elaborazione degli elementi utili a un eventuale lavoro di progettazione sociale.